EVENTO « III° PRIVATE MARKET SUMMIT » Idee per capitali pazienti in un mondo che cambia EVENTO IN DIRETTA REGISTRATI

L’AI trasformerà il settore sanitario, l'impatto da qui ai prossimi anni | WeWealth

L’AI trasformerà il settore sanitario, l'impatto da qui ai prossimi anni

Valeria Panigada
12.12.2023
Tempo di lettura: 3'
L’intelligenza artificiale avrebbe un potenziale di trasformazione enorme sul settore sanitario. Insieme a Goldman Sachs Asset Management scopriamo quali possibili sviluppi nel prossimo decennio, così da immaginare anche il possibile impatto sulle aziende (in ottica di investimento)

Diagnosi più precise, trattamenti personalizzati, nuovi farmaci in tempi più rapidi. L’intelligenza artificiale (AI, artificial intelligence) avrebbe un potenziale di trasformazione enorme sul settore sanitario da qui ai prossimi anni. Non per niente, si prevede che il mercato dell'AI in campo sanitario raggiungerà a livello globale un valore di quasi 188 miliardi di dollari entro il 2030, con un tasso di crescita annuale composto del 37% dal 2022 al 2030, secondo Statista. Da qui si intuisce come questa innovazione si rifletterà anche sulle aziende del settore, o almeno su alcune, e quindi sulle scelte di investimento. Amith Sinha, Global Head of Life Sciences di Goldman Sachs ha intervistato Anima Anandkumar, Bren Professor of Computing and Mathematical Sciences presso il California Institute of Technology e Senior Director of AI Research di Nvidia, per capire come l’intelligenza artificiale impatterà la biologia, l’assistenza sanitaria e le scienze della vita nel prossimo decennio.


Quali sviluppi aspettarsi

Grazie alla digitalizzazione degli ultimi decenni, il settore sanitario dispone oggi di una moltitudine di dati, utile per essere usata dall’intelligenza artificiale: “Riteniamo che questa ricchezza di dati consentirà all’AI di trasformare l'assistenza sanitaria e le scienze della vita – afferma l’esperta - L'AI è in grado di ricavare informazioni dai dati in modi che trascendono le capacità umane, fornendo una comprensione potenzialmente senza precedenti della biologia e della fisiologia complesse”. Nel dettaglio, sarebbero tre gli ambiti di maggior impatto:


1- Lo sviluppo di una medicina di precisione

L’AI sarebbe in grado di progettare farmaci migliori e farli arrivare ai pazienti giusti. Grazie a previsioni sempre più accurate e una capacità aumentata di simulazione, la ricerca delle terapie più efficaci potrà avvenire in modo più accurato e rapido. Allo stesso tempo, i dati disponibili sul genoma tra le diverse popolazioni permetteranno di indirizzare meglio i farmaci. “Si tratta di considerare le specificità di un farmaco, prendere una serie di dati sulla popolazione o sulla genetica e poi mapparli insieme per vedere chi sarà più adatto a beneficiare di quel farmaco. Tutto questo rientra nel campo dei big data, ed è qui che l'AI brilla”.


LE OPPORTUNITÀ PER TE. Come investire sulla tecnologia e l'innovazione? Come costruire un portafoglio efficiente? Gli advisor selezionati da We Wealth possono aiutarti a trovare le risposte che cerchi. TROVA IL TUO ADVISOR


2- La riproposizione di farmaci esistenti per nuove applicazioni

Dal database di informazioni sui farmaci esistenti, sul loro profilo di sicurezza e sui loro obiettivi, l’intelligenza artificiale potrà capire se una cura approvata per un'indicazione può essere utile e quindi riutilizzata per un'altra malattia.


3- Una diagnosi precoce delle malattie

Prevenire è meglio che curare, ma finora non è stato possibile farlo se non raccomandando alcuni cambiamenti nello stile di vita. D’ora in avanti però la prevenzione potrà essere guidata sempre più dai dati. Già oggi, diversi dispositivi indossabili raccolgono dati di questo genere, come l'Apple Watch, che effettua misurazioni regolari e utilizza queste informazioni per identificare irregolarità cardiache, così da aiutare a individuare precocemente possibili attacchi di cuore. “L'intelligenza artificiale – racconta l’esperta - sta anche aiutando a rilevare i tumori in modo precoce e non invasivo. Ad esempio, sta rendendo le scansioni di tutto il corpo molto più veloci ed economiche e aiuta a ricostruire immagini a risoluzione molto più elevata senza richiedere ore di calcolo”.


Quale impatto sulle aziende

Guardando al possibile impatto dell’intelligenza artificiale sulle aziende del settore sanitario, emerge innanzitutto la necessità di avere accesso a una potenza di calcolo sufficiente a supportare questa moltitudine di dati, ovvero chip e cloud adatti, così come anche tecniche algoritmiche migliori. Ma non solo. Sarà sempre più indispensabile disporre di competenze specifiche, che sappiano governare l’AI. “L'avanguardia delle scienze della vita oggi prevede grandi dati, la costruzione di modelli linguistici di grandi dimensioni e un'enorme potenza di calcolo. È necessario disporre di competenze specialistiche per poter progettare e costruire questi modelli”. Ecco quindi, che per il futuro dell’innovazione potrebbe diventare fondamentale per le aziende biotecnologiche stringere partnership con alcuni attori del tech, così da creare un dialogo più stretto e diretto con questa nuova e dirompente tecnologia.


Per approfondire il tema visitare il sito di Goldman Sachs Asset Management


DISCLAIMER

IL PRESENTE DOCUMENTO NON COSTITUISCE UN’OFFERTA NÉ UNA SOLLECITAZIONE ALL’INVESTIMENTO NELLE GIURISDIZIONI IN CUI TALE OFFERTA O SOLLECITAZIONE SIA ILLEGALE O NON AUTORIZZATA, O IN RELAZIONE ALLE PERSONE CUI SIA ILLEGALE O NON AUTORIZZATO RIVOLGERE UNA TALE OFFERTA O SOLLECITAZIONE

Si raccomanda ai potenziali investitori di informarsi in merito ai requisiti di legge e alle normative fiscali e di controllo valutario eventualmente applicabili nei rispettivi paesi di cittadinanza, residenza o domicilio

Le presenti informazioni esaminano l’attività generale del mercato, i trend dell’industria o del settore, o le altre condizioni economiche, di mercato o politiche in senso lato, e non devono essere interpretate come una ricerca o una consulenza sugli investimenti. Il presente materiale è stato preparato da GSAM e non costituisce una ricerca finanziaria né un prodotto di Goldman Sachs Global Investment Research (GIR). Non è stato preparato in conformità alle disposizioni di legge volte a promuovere l’indipendenza dell’analisi finanziaria e non è soggetto ad un divieto di negoziazione a seguito della distribuzione della ricerca finanziaria. I pareri e le opinioni espressi possono differire da quelli di Goldman Sachs Global Investment Research o di altre sezioni o divisioni di Goldman Sachs e delle relative società collegate. Gli investitori sono invitati a rivolgersi ai propri consulenti finanziari prima di acquistare o vendere qualsiasi titolo. Queste informazioni potrebbero non essere aggiornate e GSAM non ha alcun obbligo di fornire aggiornamenti o modifiche.

I pareri e le opinioni espressi hanno fini puramente informativi e non costituiscono una raccomandazione da parte di Goldman Sachs Asset Management di acquistare, vendere o detenere titoli. Tali pareri e opinioni sono aggiornati alla data di questa presentazione, possono essere soggetti a modifiche e non devono essere interpretati come una consulenza in materia di investimenti.

La performance passata non garantisce risultati futuri, che possono variare. Il valore degli investimenti e i proventi che ne derivano oscilleranno e possono tanto diminuire quanto aumentare. Si può verificare una perdita del capitale. Non vi è alcuna garanzia che gli obiettivi verranno raggiunti. Le previsioni economiche e di mercato qui presentate rispecchiano una serie di ipotesi e di giudizi alla data di questa presentazione e sono soggette a modifica senza preavviso. Le presenti previsioni non tengono conto degli specifici obiettivi di investimento, delle restrizioni, della situazione finanziaria e fiscale o di altre esigenze di singoli clienti. I dati effettivi varieranno e non possono essere qui rispecchiati.

Queste previsioni sono soggette ad elevati livelli di incertezza che potrebbero influire sulla performance effettiva. Di conseguenza, tali previsioni devono essere intese come puramente rappresentative di una vasta gamma di possibili sviluppi. Queste previsioni sono stimate, si basano su ipotesi, sono soggette a revisioni significative e possono cambiare sensibilmente al variare delle condizioni economiche e di mercato. Goldman Sachs non ha alcun obbligo di fornire aggiornamenti o modifiche delle presenti previsioni. I case study e gli esempi sono indicati ai soli fini illustrativi. 

La presente comunicazione di marketing è diffusa da Goldman Sachs Asset Management B.V., anche attraverso le sue filiali (“GSAM BV”). GSAM BV è autorizzata e regolamentata dall'Autorità olandese per i mercati finanziari (Autoriteit Financiële Markten, Vijzelgracht 50, 1017 HS Amsterdam, Paesi Bassi) come gestore di fondi di investimento alternativi ("AIFM") e come gestore di organismi di investimento collettivo in valori mobiliari (“OICVM”). In base alla sua licenza di GEFIA, il Gestore è autorizzato a fornire i servizi di investimento di (i) ricezione e trasmissione di ordini in strumenti finanziari; (ii) gestione del portafoglio; e (iii) consulenza in materia di investimenti. In base alla sua licenza di gestore di OICVM, il Gestore è autorizzato a fornire i servizi di investimento di (i) gestione del portafoglio; e (ii) consulenza in materia di investimenti. Le informazioni sui diritti degli investitori e sui meccanismi di ricorso collettivo sono disponibili su www.gsam.com/responsible-investing (sezione Politiche e governance). 

Il capitale è a rischio. Eventuali reclami derivanti da o in connessione con i termini e le condizioni della presente esclusione della responsabilità sono regolati dalla legge olandese. Riservatezza Nessuna parte di questo materiale può, senza il previo consenso scritto di GSAM, essere (i) riprodotta, fotocopiata o duplicata, in qualsiasi forma, con qualsiasi mezzo, o (ii) distribuita a qualsiasi persona che non sia un dipendente, un funzionario, un amministratore o un agente autorizzato del destinatario. 

© 2023 Goldman Sachs. Tutti i diritti riservati. 345309-OTU-1916471

Cosa vorresti fare?